Covid-19: le agevolazioni fiscali per le aziende.

Covid-19: le agevolazioni fiscali per le aziende.

Tra qualche giorno si riapriranno le porte di molte aziende.
Ed è necessario conoscere quali sono le agevolazioni fiscali previste dallo Stato per l’acquisto di dispositivi e sistemi di sicurezza.

I decreti in vigore.

Cura Italia è il decreto di legge n. 18 del 17 marzo 2020.
L’atto normativo prevede la concessione di un credito di imposta per le spese di sanificazione degli ambienti di lavoro. E le aziende potranno beneficiare di un credito pari al 50% delle spese sostenute nell’anno 2020 fino a un valore di 20.000 euro.

Lo Stato ha compreso quali sarebbero state le ripercussioni economiche e sociali affrontate dalle aziende alla riapertura dei portoni delle proprie attività commerciali. E per questo motivo ha redatto il decreto di legge n. 23 entrato in vigore l’8 aprile 2020. Quest’ultimo decreto prevede l’estensione del credito di imposta alle spese per l’acquisto dei dispositivi di protezione nei luoghi di lavoro.

Le circolari in vigore.

L’Agenzia delle Entrate il 13 aprile 2020 ha emesso la circolare n. 9.
Una circolare che amplia lo scenario di applicazione del credito di imposta per le spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro. Sono incluse le spese sostenute nel 2020 per l’acquisto e l’installazione di dispositivi di sicurezza per la protezione dei lavoratori dipendenti. È possibile acquistare barriere e pannelli protettivi, mascherine chirurgiche e disinfettanti per le mani. Inoltre si può dedurre, l’acquisto con il credito di imposta di telecamere termiche, telecamere termografiche, termo-scanner e altri sistemi di sicurezza per la rilevazione della temperatura corporea.

Superiamo insieme l’ostacolo

La scrivente fornisce, di seguito, le informazioni riguardanti l’utilizzo dei dati personali da Lei rilasciati attraverso la compilazione di questo form, in osservanza alle norme di cui al Regolamento UE 2016/679, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati (noto anche come GDPR). I dati concernenti la Sua persona, da Lei spontaneamente forniti tramite la compilazione di moduli informatici, vengono raccolti esclusivamente per consentire il contatto con l’azienda e, eventualmente, eseguire il contratto con Lei concluso. Il conferimento, da parte Sua, dei dati in parola ha natura obbligatoria; il suo eventuale rifiuto non ci permetterà di fornirLe il prodotto/servizio da Lei richiesto (potenzialmente esponendoLa a responsabilità per inadempimento contrattuale) e, comunque, di evadere la Sua richiesta. All’interno della nostra struttura potrà venire a conoscenza dei dati solo il personale incaricato di effettuare operazioni di trattamento dei dati stessi, sempre per le citate finalità. Le ricordiamo inoltre che, facendone apposita richiesta al titolare del trattamento, potrà esercitare tutti i diritti previsti dagli articoli da 15 a 22 del predetto Regolamento UE, che Le consentono, in particolare, la facoltà di chiedere l’accesso ai dati personali e di estrarne copia (art. 15 GDPR), la rettifica (art. 16 GDPR) e la cancellazione degli stessi (art. 17 GDPR), la limitazione del trattamento che La riguardi (art. 18 GDPR), la portabilità dei dati (art. 20 GDPR, ove ne ricorrano i presupposti) e di opporsi al trattamento che La riguardi (artt. 21 e 22 GDPR, per le ipotesi ivi menzionate e, in particolare, al trattamento per finalità di marketing o che si traduca in un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione, che produca effetti giuridici che lo riguardano, ove ne ricorrano i presupposti). Le ricordiamo, altresì, il Suo diritto, qualora il trattamento sia basato sul consenso, di revocare detto consenso in qualsiasi momento, senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca; per fare ciò, può disiscriversi in ogni momento contattando il titolare del trattamento ai recapiti pubblicati sul sito stesso. La informiamo, inoltre, del diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali, quale autorità di controllo operante in Italia, e di proporre ricorso giurisdizionale, tanto avverso una decisione dell’Autorità Garante, quanto nei confronti del titolare del trattamento stesso e/o di un responsabile del trattamento.

Acconsento al trattamento dei dati personali* - ( Privacy Policy )

2020-04-30T17:51:41+00:00aprile 24th, 2020|