Smart working e telelavoro: Angelo Dottore di GTI intervistato dalla Gazzetta di Modena

Smart working e telelavoro: Angelo Dottore di GTI intervistato dalla Gazzetta di Modena.

Si parla di smart working e telelavoro: è boom di richieste. Il motivo? La sicurezza delle persone in azienda a rischio contagio con il coronavirus. A dire la sua è Angelo DottoreCEO di GTI. Intervistato da Daniele Dei della Gazzetta di Modena per far conoscere alle persone lo smart working e il telelavoro. Due definizioni molto conosciute in Italia, ma poco applicate sul posto di lavoro. Fare smart working significa lavorare da remoto come se si fosse in ufficio. La tecnologia dei sistemi di collaboration supera le barriere: sia quelle architettoniche, sia quelle geografiche. E permette di fare riunioni, condividere documenti, organizzare corsi di formazione e webinar a distanza. Inoltre, dice Dottore: “Si evitano spostamenti salvaguardando la sicurezza delle persone, si abbattono i costi, si fa del bene all’ambiente. E anche alla piccola impresa che dovrebbe a maggior ragione dotarsi di certi strumenti per contenere i costi.”.

2020-02-28T17:46:18+00:00febbraio 27th, 2020|