Green Pass Station

Green Pass Station2021-10-15T18:52:44+00:00

Green Pass Station: controllare e automatizzare gli accessi nelle aziende pubbliche e private.

È stato convertito in legge il D.L. del 16 settembre 2021 n. 127.
Il Governo ha deciso di estendere l’obbligatorietà del Green Pass alle aziende pubbliche e private. Gli obiettivi sono rafforzare il sistema di screening nell’ambito applicativo e assicurare lo svolgimento delle attività di lavoro in sicurezza.

Cosa cambia per le aziende con l’estensione del Green Pass?

Cambiano le modalità di accesso nelle aziende pubbliche e private.
Dal 15 ottobre 2021 verranno autorizzati gli accessi nel luogo di lavoro solo alle persone in possesso di Green Pass: il certificato verde digitale emesso dal Ministero della Salute.

Quali sono gli incarichi e i doveri del datore di lavoro?

Il datore di lavoro dovrà verificare il rispetto delle prescrizioni e individuare un responsabile all’interno dell’azienda, addetto al controllo a campione dei Green Pass.

Il datore di lavoro verrà sanzionato e dovrà pagare una somma pecuniaria da un minimo di 400,00 € a un massimo di 1.000,00 € in questi due casi: non predispone le misure organizzative in azienda e non controlla le certificazioni del personale dipendente.

Quali sono i rischi del dipendente aziendale che si presenta in azienda senza Green Pass?

Il dipendente aziendale verrà sanzionato e dovrà pagare una somma pecuniaria da un minimo di € 600.00 a un massimo di € 1.500,00 nel caso in cui aggiri le misure di controllo e riesca ad accedere sul posto di lavoro senza Green Pass. Il dipendente aziendale rischia l’assenza ingiustificata e la sospensione dello stipendio.

 

Cos’è la Green Pass Station?

È una tecnologia integrata progettata per controllare e automatizzare gli accessi nelle aziende pubbliche e private.
È un totem che integra un termo-scanner, un lettore QRCode e un sistema di riconoscimento facciale per: il controllo accessi, la lettura dei badge aziendali, il controllo dei Green Pass e il riconoscimento facciale.

Green Pass Station rileva la temperatura corporea della persona all’ingresso. E nello stesso momento, legge e scansiona i QR Code per convalidare il documento con il server ministeriale in tempo reale. Così da verificare la veridicità e i termini di validità del Green Pass.

Il funzionamento è semplice.
Quando la persona arriva in azienda, si ferma di fronte alla Green Pass Station, posiziona il badge aziendale e il Green Pass davanti allo schermo del totem e dopo pochi secondi, ne rileva la temperatura corporea, legge e scansiona i QRCode e si collega in tempo reale al server ministeriale per verificarne la validità.

 

Le modalità di convalidazione

La convalida del documento può avvenire con l’identificazione dell’utente oppure senza.

Modalità di convalida con l’identificazione.
È ideale per la gestione degli accessi nelle aziende private, palestre e piscine. L’identificazione dell’utente può avvenire prima o dopo la scansione del Green Pass.

Modalità di convalida senza l’identificazione.
È ideale per la gestione degli accessi in aziende pubbliche e in spazi aperti al pubblico.
La Green Pass Station rileverà la temperatura dell’utente e convaliderà il Green Pass senza identificare l’utente.

 

Quali sono i vantaggi?

    • I datori di lavoro non rischiano sanzioni amministrative pecuniarie.

    • a dovrà dedicarsi al controllo dei Green Pass.

    • Controllo e verifica automatica della validità dei Green Pass di dipendenti e visitatori dell’azienda.

    • Identificazione del personale aziendale.

    • Controllo automatico della temperatura corporea.

 

Chiedici quello che vuoi, risponderemo alle tue richieste.

Parteciperai all'evento in presenza?



La scrivente fornisce, di seguito, le informazioni riguardanti l’utilizzo dei dati personali da Lei rilasciati attraverso la compilazione di questo form, in osservanza alle norme di cui al Regolamento UE 2016/679, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati (noto anche come GDPR). I dati concernenti la Sua persona, da Lei spontaneamente forniti tramite la compilazione di moduli informatici, vengono raccolti esclusivamente per consentire il contatto con l’azienda e, eventualmente, eseguire il contratto con Lei concluso. Il conferimento, da parte Sua, dei dati in parola ha natura obbligatoria; il suo eventuale rifiuto non ci permetterà di fornirLe il prodotto/servizio da Lei richiesto (potenzialmente esponendoLa a responsabilità per inadempimento contrattuale) e, comunque, di evadere la Sua richiesta. All’interno della nostra struttura potrà venire a conoscenza dei dati solo il personale incaricato di effettuare operazioni di trattamento dei dati stessi, sempre per le citate finalità. Le ricordiamo inoltre che, facendone apposita richiesta al titolare del trattamento, potrà esercitare tutti i diritti previsti dagli articoli da 15 a 22 del predetto Regolamento UE, che Le consentono, in particolare, la facoltà di chiedere l’accesso ai dati personali e di estrarne copia (art. 15 GDPR), la rettifica (art. 16 GDPR) e la cancellazione degli stessi (art. 17 GDPR), la limitazione del trattamento che La riguardi (art. 18 GDPR), la portabilità dei dati (art. 20 GDPR, ove ne ricorrano i presupposti) e di opporsi al trattamento che La riguardi (artt. 21 e 22 GDPR, per le ipotesi ivi menzionate e, in particolare, al trattamento per finalità di marketing o che si traduca in un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione, che produca effetti giuridici che lo riguardano, ove ne ricorrano i presupposti). Le ricordiamo, altresì, il Suo diritto, qualora il trattamento sia basato sul consenso, di revocare detto consenso in qualsiasi momento, senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca; per fare ciò, può disiscriversi in ogni momento contattando il titolare del trattamento ai recapiti pubblicati sul sito stesso. La informiamo, inoltre, del diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali, quale autorità di controllo operante in Italia, e di proporre ricorso giurisdizionale, tanto avverso una decisione dell’Autorità Garante, quanto nei confronti del titolare del trattamento stesso e/o di un responsabile del trattamento.

Acconsento al trattamento dei dati personali - ( Privacy Policy )